09 dicembre 2016

Controllo di gestione in Odontoiatria

Management e Odontoiatria

Giurisprudenza e Odontoiatria

La responsabilità professionale del Medico 
Procedure. Formalizzare le regole interne aiuta le persone a lavorare bene

Business e Odontoiatria

Management e Odontoiatria 
Business e Odontoiatria

Linee guida

Infezioni
Faringo-tonsillite - Gestione in età pediatrica - ISS - Linee Guida Italiane

Affollamento dentale

Cri. Camilla - 13 anni
A cura di Dott.ssa Balestro Francesca, Dr. Balestro Giuseppe, Dott.ssa Schiro Silvia e Dott. Volpato Andrea
ASO Alessia, Antonella, Arianna, Elena e Alessandra

FormAzione

FAD - Formazione a distanza
A cura della Dott.ssa Balestro Francesca
FORMAZIONE SULLA SICUREZZA IN MODALITÀ E-LEARNING. La Commissione per gli Interpelli in materia di salute e sicurezza sul lavoro, nell’Interpello n. 4/2016, fornisce chiarimenti in merito alla possibilità di utilizzare, nella formazione specifica dei lavoratori, la modalità e-learning. Al riguardo la Commissione precisa che la formazione a distanza è consentita per la formazione generale dei lavoratori: tale modalità non può essere pertanto utilizzata nella formazione specifica se non nei progetti formativi sperimentali, specificamente individuati dalle Regioni.
_____________________________
Formazione continua in odontoiatria
           SSL            
                     Test 212/2016                        
 9 dic 2016

Management in Odontoiatria


Catene odontoiatriche

Management in Odontoiatria

07 dicembre 2016

Grave affollamento dentale

Vis. Chiara - 12 anni
Grave affollamento dentale - Morso crociato anteriore
Terapia ortodontica fissa - 24 mesi di cura
A cura di Dott.ssa Balestro Francesca, Dr. Balestro Giuseppe, Dott.ssa Schiro Silvia e Dott. Volpato Andrea
ASO Alessia, Antonella, Arianna, Elena e Alessandra

06 dicembre 2016

Privacy - D. Lgs. 196/03

Dalla parte del Paziente
DPS - Documento Programmatico per la Sicurezza
Linee guida del Garante. Le linee guida del Garante mirano a fornire indicazioni di carattere generale in relazione al trattamento di dati personali in vari ambiti, al fine di garantire la corretta applicazione dei princìpi stabiliti dal Codice
Nuovo "pacchetto protezione dati" Ue
Privacy Policy del sito www.studiodentisticobalestro.com
SDB - QUADERNI - Privacy

Affollamento dentale

Vil. Marina - 12 anni
Affollamento dentale
Terapia ortodontica fissa - 24 mesi di cura
A cura di Dott.ssa Balestro Francesca, Dr. Balestro Giuseppe, Dott.ssa Schiro Silvia e Dott. Volpato Andrea
ASO Alessia, Antonella, Arianna, Elena e Alessandra

05 dicembre 2016

ORTEAM - Orthodontics Case Report

Ergonomia nello Studio Odontoiatrico

Is your workstation adapted for you? Make sure you follow Napo’s ergonomic advice
_____________________________________
Ergonomia posturale nello studio odontoiatrico
Lavorare in modo rilassato favorisce la concentrazione e crea un clima disteso durante il trattamento. Con un effetto collaterale positivo: più siete rilassati, più siete gradevoli per il paziente. Una postura corretta, quindi, è il fondamento essenziale per operare senza stress. Solo una posizione neutra e diritta del corpo consente un lavoro rilassato, riduce il carico statico per i muscoli, le articolazioni e i dischi intervertebrali, assicurando nel contempo la circolazione sanguigna ottimale. Tutti questi fattori sono il requisito imprescindibile per un lavoro non troppo stancante, per un maggior benessere e per una forma fisica migliore. Insomma, per una migliore qualità della vita! leggi tutto
Ufficio liquido, quando il benessere aumenta la produttività
Non un costo ma un investimento, lo spazio di lavoro è sempre più rivalutato esteticamente, rafforzando la relazione tra ufficio e identità aziendale. «Un nuovo umanesimo nel design da ufficio», così il creativo francese Erwan Bouroullec spiega il rapporto che esiste tra ambiente di lavoro e benessere del lavoratore. Aldilà della filosofia, sono le ricerche di Assufficio a darne conferma: le aziende che investono nell'arredo hanno risultati sei volte superiori rispetto a quelle che non si rinnovano e aumentano del doppio la redditività. leggi tutto
_____________________________________________________
Adottare una postura di lavoro sana durante il trattamento del paziente

BLS-D - Rianimazione cardio-polmonare (RCP)


Certificazione BLS-D
02 nov 2016 - BLSD Retraining. IRC - Italian Resuscitation Council. CRI - Sezione di Vicenza. Istruttore Vidali A.
16 mar 2016. Quarello A. Simulazione di emergenze sulla poltrona del dentista
06 mar 2016 - PBLS-D - Rianimazione cardio-polmonare pediatrica. Corso FAD - OPBG
26 set 2015 - BLS-D Certificazione. IRC Italian Resuscitation Council. CRI Sezione di Vicenza. Istruttori Dott. Andaloro G. e Vidali A.
07 lug 2015 - PBLS-D - Rianimazione cardio-polmonare pediatrica. Corso FAD - OPBG
18 mar 2015 - BLSD Retraining. IRC - Italian Resuscitation Council. CRI - Sezione di Vicenza. Istruttore Vidali A.
13 mar 2014 - BLS-D Retraining. IRC - Italian Resuscitation Council. CRI - Sezione di Vicenza. Istruttore Vidali A.
25 set 2013 - BLS-D Retraining. IRC - Italian Resuscitation Council. CRI - Sezione di Vicenza. Istruttore Vidali A.
Quarello A. (2014) Simulazione di emergenze sulla poltrona del dentista
Quarello A. (2013) Linee guida per la gestione del paziente in terapia anticoagulante e antiaggregante in Odontoiatria
Quarello A. (2013) Simulazione di emergenze sulla poltrona del dentista
Quarello A. (2013) Simulazione di emergenze sulla poltrona del dentistaDocumentazione
Legislazione in materia di BLS-D
Quaderni dello SDB
BLS-D nello SDB - Dott. Quarello Andrea
PBLS-D - Rianimazione cardio-polmonare pediatrica. Corso FAD - Bambino Gesù Ospedale Pediatrico
Video

Fluoro


ADA clinical recommendations on topical fluoride for caries prevention. 2014

Morso crociato anteriore

Ton. Giulia - 9 anni
Affollamento dentale - Morso crociato anteriore
Terapia ortodontica intercettiva con apparecchiatura fissa multibrackets. 9 mesi di cura
A cura di Dott.ssa Balestro Francesca, Dr. Balestro Giuseppe, Dott.ssa Schiro Silvia e Dott. Volpato Andrea
ASO Alessia, Antonella, Arianna, Elena e Alessandra

04 dicembre 2016

Alimentazione e denti bianchi

Alimentazione e denti bianchi

Marketing e Studio Dentistico

Sovradimensionamento e sovracapacità: malattie che ammazzano studi grandi

Fisco

02 dicembre 2016

Malocclusione di classe 2/2

Ton. Francesca - 13 anni
Malocclusione di classe 2/2
Terapia ortodontica fissa - 24 mesi di cura
VIDEO YT
A cura di Dott.ssa Balestro Francesca, Dr. Balestro Giuseppe, Dott.ssa Schiro Silvia e Dott. Volpato Andrea
ASO Alessia, Antonella, Arianna, Elena e Alessandra

01 dicembre 2016

Affollamento dentale

Ton. Enrica - 14 anni
Terapia ortodontica fissa multibrackets - 18 mesi di cura
A cura di Dott.ssa Balestro Francesca, Dr. Balestro Giuseppe, Dott.ssa Schiro Silvia e Dott. Volpato Andrea
ASO Alessia, Antonella, Arianna, Elena e Alessandra

30 novembre 2016

Fascicolo Sanitario Elettronico


Privacy e Sanità. Quotidiano Sanità. 29 giu 2016

Morso aperto anteriore

Sue. Francesca - 13 anni
Morso aperto anteriore da succhiamento del dito - Deglutizione deviata anteriore
Terapia ortodontica fissa - 24 mesi di cura
A cura di Dott.ssa Balestro Francesca, Dr. Balestro Giuseppe, Dott.ssa Schiro Silvia e Dott. Volpato Andrea
ASO Alessia, Antonella, Arianna, Elena e Alessandra

29 novembre 2016

Trauma incisivo

Rau. Valentina
Ricostruzione immediata in composito di un incisivo fratturato
PRESENTAZIONE 
Dott. Forchini Massimo

La dieta del sorriso

"La dieta del sorriso mangiare bene per la salute della bocca" è il titolo del libro (editore Mondadori) del prof. Luca Levrini. Libro scritto pensando ai cittadini, ma può essere anche molto utile ai professionisti della salute: dentisti ed igienisti dentali. L'obiettivo, come spiega lo stesso Levrini, quello di illustrare le patologie del cavo orale, il loro rapporto con i cibi e con alcune comuni malattie. "Il detto "sei quello che mangi" può essere invertito in "mangia quello che sei"", dice. "La relazione tra alimentazione e cavo orale non è del tutto nota ed è necessario che luoghi comuni come "gli zuccheri fanno venire la carie" siano trasformati e completati. Perché l'alimentazione impedisca l'insorgere di patologie e promuova la salute del cavo orale, è di grande importanza orientare l'assunzione del cibo verso una specifica e consapevole "dieta orale". Non solo lo zucchero comune, ma tutti i cibi incidono infatti sulla salute dei denti, delle gengive e più in generale della bocca. È necessario essere consapevoli, essere informati, avere capito in modo chiaro ed essenziale quali sono i meccanismi e le relazioni che legano il cibo alla bocca, su tutte lo smalto del dente e le gengive". Il libro si compone di tre parti. La prima. Come presupposto vengono decritti gli aspetti funzionali e le caratteristiche delle malattie che correlano il cibo al cavo orale. In particolare: saliva, funzioni della saliva, percezione del gusto, placca batterica e tartaro, strati del dente, gengiva, usure dentarie e pH della saliva, carie dentaria, gengivite e parodontite. La seconda. Vengono analizzate separatamente le singole variabili che determinano una relazione tra cibo e cavo orale (dieta del cavo orale), sia nelle loro caratteristiche sia definendo specifici alimenti. In particolare: caratteristiche del cibo, tipo di assunzione del cibo, concentrazione dei nutrienti cibi e cavo orale zuccheri e dolcificanti, latte e suoi derivati, frutta e verdura, pasta, pane e riso, carne e pesce, bevande, condimenti, dolci, piramide alimentare orale, decalogo base della "dieta per il cavo orale". La terza. Vengono descritte brevemente alcune condizioni che legano l'alimentazione al cavo orale. In particolare: cibo e sbiancamento dei denti, alitosi ed alimentazione, denti e disturbi alimentari, reflusso gastro esofageo e acidità della saliva, celiachia ed afte, fluoro si o no?, poca saliva, bocca che brucia e peperoncino, bruxismo, magnesio ed olio, gomme da masticare e consistenza del cibo, Invecchiamento del viso e dieta, diabete, obesità e gengive, gravidanza, allattamento e crescita di denti e viso, mangiare un gelato senza dolore, russamento, lingua, alcool e cibo, alimentazione dopo essere stati dal dentista e corretta igiene orale. [Fonte Odontoiatria33 - 29 nov 2016]

Letteratura scientifica

Letteratura scientifica

Parodontologia

Malattia parodontale 
SDB - Consenso informato - Parodontologia
SDB - Linee Guida Nazionali - Parodontologia
SDB - Linee Guida Cliniche - Parodontologia
SDB - Raccomandazioni cliniche - Parodontologia
SIdP - FAQ
___________________________________________________________
Antibiotiotici topici nel trattamento delle parodontiti e perimplantiti
Condizioni parodontali e nascita pretermine e sottopesoDENTAL CADMOS | 9/2016
Copertura radicolare con innesto connettivale. Casi clinici. DENTAL CADMOS | 2016;84(2):109-113
Diabete e malattie gengivali    Correlazione tra diabete e odontoiatria. La parola alla letteratura 

27 novembre 2016

OSAS - Sindrome delle apnee ostruttive nel sonno

OSAS - Sindrome delle apnee ostruttive nel sonno 
QUADERNI dello STUDIO DENTISTICO BALESTRO
La Sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (Obstructive Sleep Apnea Syndrome - OSAS) è un disturbo respiratorio del sonno caratterizzato da episodi ripetuti di completa o parziale ostruzione delle vie aeree superiori con segni e sintomi che possono determinare l’insorgenza di importanti disfunzioni sistemiche (es. ipertensione arteriosa sistemica, cardiopatia ischemica, infarto, ipertensione polmonare, aritmie cardiache), causa di riduzione della qualità della vita. L'OSAS è caratterizzata da sintomi notturni quali il russamento abituale, le pause respiratorie nel sonno riferite dal partner, i risvegli con sensazione di soffocamento, il sonno agitato, la nicturia, la xerostomia e, in misura minore, la sudorazione notturna eccessiva. Le conseguenze diurne dell’OSAS sono:
  • sensazione di sonno non ristoratore
  • cefalea
  • eccessiva sonnolenza
  • aumentato rischio di incidenti stradali (da 3.5 a 8 volte maggiore della popolazione di controllo)
  • deficit cognitivi (in particolare disturbi di memoria, concentrazione ed attenzione)
  • la depressione del tono dell’umore e l'impotenza sessuale.
L’approccio a tale quadro sindromico è multidisciplinare e l’odontoiatra può e deve avere un ruolo importante come "sentinella diagnostica", provvedendo, per quanto di competenza, alla presa in carico terapeutica del soggetto. Pertanto, su indicazione del "Gruppo tecnico in materia di odontoiatria" del Ministero della salute, un Gruppo di esperti ha redatto il documento "Linee guida nazionali per la prevenzione ed il trattamento odontoiatrico della sindrome delle apnee ostruttive nel sonno" contenente indicazioni basate sull’evidenza scientifica volte a garantire un corretto inquadramento generale della sindrome, l’adozione di un efficace percorso diagnostico, a definire quale è il ruolo specifico dell’odontoiatra nell’intraprendere, tramite l’applicazione di specifici dispositivi endorali, il più efficace percorso terapeutico per la risoluzione della problematica.
Linee Guida
Bibliografia