Orari di agosto 2014
Lo SDB è aperto tutto agosto con orario 9-16.
Siamo aperti anche il sabato con orario 9-12
Formazione Continua
Gio 21 ago 2014 - Test OSS Igiene - A cura della Dr.ssa Balestro Francesca
Lavora con noi
Inviaci il tuo CV compilando i form. Clicca qui

20 agosto 2014

BLS nello studio odontoiatrico

Anafilassi
L'anafilassi è una grave reazione di ipersensibilità a cibi, farmaci e veleni naturali (es. imenotteri). E' indispensabile individuarla rapidamente, attivare la catena del soccorso (118) ma anche attivare immediatamente alcune procedure. Quello che vi proponiamo è uno schema gestionale semplificato:
  • Paziente semiseduto
  • 118 - Chiamata - Istruzioni
  • Adrenalina 0,5 mg (mezza fiala da 1 mg - da conservare in frigo) intramuscolo: parte anterolaterale del terzo medio della coscia o muscolo deltoide del braccio o regione glutea. Può essere ripetuta dopo circa 5 minuti
  • Ossigeno ad alto flusso (12-15 mi/h)
  • Idrocortisone 200 mg intramuscolo o endovena lento (es.: Flebocortid fiale da 100 mg o da 500 mg sia intramuscolo)
  • Infusione rapida endovena di soluzione fisiologica: 500-1000 cc
  • Monitorare la risposta con controllo dei parametri vitali: frequenza cardiaca, pressione arteriosa, attività respiratoria, stato di coscienza, etc... Se disponibile, applicare pulsiossimetro.
Continuing Education
  • 26 mar 2014 - Dr. Andrea Quarello - ULSS 5 Ospedale di ValdagnoIncontro di formazione teorico-pratico per tutto il Personale - Basic Life Support and DefibrillationSimulazione di emergenze sulla poltrona del dentista - Orario di lavoro: 17-19
  • 04 dic 2013 - Dr. Andrea Quarello - ULSS 5 Ospedale di ValdagnoIncontro di formazione teorico/pratico per tutto il Personale - Linee guida per la gestione del paziente in terapia anticoagulante e antiaggregante che necessita di trattamento odontoiatricoSimulazione di emergenze sulla poltrona del dentista - Orario di lavoro: 17-19
  • 04 set 3013 - Dr. Andrea Quarello - ULSS 5 Ospedale di ValdagnoIncontro di formazione teorico/pratico per tutto il Personale - Simulazione di emergenze sulla poltrona del dentistaOrario di lavoro: 17-19
  • 05 giu 2013 - Dr. Andrea Quarello - ULSS 5 Ospedale di ValdagnoIncontro di formazione teorico/pratico per tutto il Personale - Simulazione di emergenze sulla poltrona del dentistaOrario di lavoro: 17-19
Formazione
Quaderni dello SDB

19 agosto 2014

ASO - Assistente di Studio Odontoiatrico

Sono le otto e trenta del mattino e l'Aso entra in studio. Davanti a lei una giornata di lavoro complessa e multiforme. Per prima cosa mette nell'armadietto, insieme al cambio di vestiti, le preoccupazioni, il nervoso, il mal di testa. Si cambia, in modo da essere ordinata e con il camice assolutamente pulito, e sorride: il sorriso lo porterà sul viso tutto il giorno, rivolgendosi ai pazienti, parlando con l'odontoiatra e rispondendo alle colleghe. Sorridere non è un optional, è un dovere! Perché nel lavoro dell'ASO tre sono i cardini fondamentali:
  1. Fornire un servizio efficiente al cliente/paziente comprendendone paure, tensioni, preoccupazioni e dimostrando sempre professionalità e disponibilità, e un sorriso aperto e caldo è parte integrante di questo rapporto. Un servizio che si sviluppa nell'assistenza al cliente per i suoi problemi: dal parcheggio alla inabilità per la gamba rotta, dall'impegno improvviso alla difficoltà nel concordare un orario ecc. Un servizio che comprende una domanda gentile per il nipotino che ha cominciato ad andare a scuola, per il figlio che si sta laureando, per il marito che ha cambiato lavoro. Un servizio che si esprime nell'SMS di auguri per il compleanno, nella telefonata per ricordare l'appuntamento o per chiedere come sta il giorno successivo all'intervento. Un servizio che si esprime attraverso una precisa e aggiornata raccolta anamnestica, alla segnalazione immediata, all'odontoiatra. Di eventuali situazioni di pericolo come allergie, pregressi episodi cardiocircolatori ecc.
  2. Programmare, prevedere e organizzare la sequenza di operazioni, dalle più semplici alle più complesse, che andranno eseguite durante la giornata per collaborare con l'odontoiatra: dalla preparazione della sala operatoria e della grande strumentazione ai piccoli strumenti e al monouso, a seconda della terapia da erogare. Per questo i primi dieci minuti di lavoro (in sala operatoria) sono stati dedicati alla riunione con l'odontoiatra, per capire quali pazienti, cosa andrà fatto, quali problemi per ogni prestazione. E alla fine riordinare, decontaminare, avviare in sterilità tutto il piccolo strumentario non monouso, affinchè tutto torni pulito e ordinato. Linea di sterilità che avrà occupato l'inizio dell'attività mattutina, poiché, per prima cosa, vanno eseguiti i test per controllare che l'autoclave funziona e che Successivamente saranno archiviati.
  3. Contribuire a realizzare il vero, fondamentale, prioritario scopo dello studio odontoiatrico: progettare, propagandare ed erogare prevenzione. Prevenzione che avrà il suo centro nel reparto di prevenzione gestito dall'igienista, ma che si ritrova in ogni atto e momento della vita dello studio. La lotta al fumo, al cancro orale, alle malattie di denti e gengive trova nell'ASO un momento fondamentale: parlare con il cliente, spiegare, motivare, il tutto dedicando tempo, tempo e pazienza, tempo e professionalità, sempre secondo le indicazioni ricevute dall'odontoiatra. Le malattie dento-gengivale trovano la loro prima e principale causa eziologica nell'insufficiente igiene orale. E' chiaro che tocca all'igienista spiegare, intervenire, insistere con scaling e root-planing, motivare e rimotivare. Ma l'ASO vede il cliente con più frequenza e quindi il suo contributo, insistendo, è determinante per fare della igiene orale l'argomento portante dello studio.
E a tutto questo va aggiunto il continuo aggiornamento e formazione perché le tecniche cambiano, le attrezzature si rinnovano, le conoscenze scientifiche si approfondiscono e l'ASO deve essere in grado di affiancare con efficienza ed efficacia il "suo" odontoiatra per servire sempre meglio i "loro" clienti.
Fonte Odontoiatria33 - 04 lug 2014 - A cura di: Fulvia Magenga, ASO Certificata Regione Lombardia, Segretario SIASO
__________________________________________________________________________________
Mansionario - Assistente di Studio Odontoiatrico - ASO
Riferimenti: Norma ISO9001 P06, Prot02, Prot04, Prot03, Prot12, Prot05, Prot01, Prot07; D. Lgs. 81/08 ODS.
  • Apertura Studio
  • Chiusura Studio
  • Riordino e preparazione del riunito
  • Accomodare il paziente e compilare i moduli di I visita
  • Riordino e decontaminazione delle Sale Operative
  • Manutenzione aspirazione
  • Sterilizzazione
  • Riordino strumenti sterili
  • Esecuzione test autoclavi
  • Riordino laboratorio
  • Assortimento materiali nei cassetti
  • Compilazione e registrazione della cartella clinica
  • Assistenza operativa alla poltrona
  • Nozioni di gestione del magazzino materiali
  • Sviluppo Rx
  • Nozioni di gestione dei farmaci
  • Nozioni di gestione delle attrezzature

Autorizzazione Sanitaria

Autorizzazione Sanitaria

Studio autorizzato all'esercizio di Struttura Sanitaria n.2005/C1/2676 del 15/11/2006 - (L.R. 16.08.2002,n. 22)
Elenco dei documenti da presentare
  • Tutti i documenti autocertificanti vanno corredati di copia di carta di identità timbrata e firmata, se non consegnati di persona
  • Tutti i documenti sopraelencati vanno timbrati e firmati in ogni pagina e consegnati al Comune di Thiene - Sportello Imprese Associate - Via Monte Grappa (ex Pretura)
Allegati
  • Certificato agibilità specifica se rilasciato negli ultimi 5 anni. In base a quanto previsto DGR 3223 del 25 ottobre 2005 il certificato di agibilità specifica (utilizzo dei locali ad uso sanitario) è richiesto unicamente ai fini dell'eventuale applicazione di quanto previsto in calce a ciascuna scheda riportante l'elenco dei requisiti (esenzione verifica dei requisiti minimi strutturali e impiantistico-tecnologici)
  • Planimetria in scala adeguata con l'indicazione della destinazione funzionale dei locali in singola copia. Non necessita di firma di tecnici
  • Organigramma gestionale
  • Organigramma clinico
  • Dichiarazione di assunzione della direzione sanitaria da parte del medico, solo nel caso si tratti di ambulatorio odontoiatrico e non di studio
Ulteriori documenti da conservare in studio in vista di eventuali controlli
  • Copia di tutti i documenti per l'Autorizzazione che presentiamo in Comune
  • Carta dei Servizi dello Studio
  • Piano di emergenza e di evacuazione (Documentazione D. Lgs. 81/08)
  • Ordini di Servizio per il Personale Dipendente
  • Pianta dello studio con le vie di uscita e/o fuga e la posizione degli estintori, da appendere in zona visibile ai pazienti in studio
  • Protocollo per prelievo bioptico (se eseguiamo biopsie)
  • Formazione del Personale che prevede almeno due adempimenti:
  • Piano di formazione annuale del personale
  • Verbale di riunione annuale per la revisione delle check-lists D. Lgs. 81/08
Links

17 agosto 2014

HPV del cavo orale

HPV del cavo orale 

Thiene News