24 marzo 2017

Ortodonzia invisibile

Ortodonzia invisibile. QUADERNI dello SDB - 2017

Responsabilità professionale del Medico/Odontoiatra

Sicurezza delle cure e Responsabilità Sanitaria - D. Lgs. 24/2017
Responsabilità professionale del Medico
Bibliografia

Sistema Tessera Sanitaria/730 precompilato

AlfaDocs: il software per dentisti

La gestione dello stress nelle professioni sanitarie

Clicca sull'immagine per ingrandire
La gestione dello stress nelle professioni sanitarie. Riconoscere ed affrontare i rischi psico-sociali in ambito sanitario
A cura di Campus M.E. e Forresu C. - ebookecm.it
___________________________________________________

FormAzione



FAD - Formazione a distanza
A cura della Dott.ssa Balestro Francesca
FORMAZIONE SULLA SICUREZZA IN MODALITÀ E-LEARNING. La Commissione per gli Interpelli in materia di salute e sicurezza sul lavoro, nell’Interpello n. 4/2016, fornisce chiarimenti in merito alla possibilità di utilizzare, nella formazione specifica dei lavoratori, la modalità e-learning. Al riguardo la Commissione precisa che la formazione a distanza è consentita per la formazione generale dei lavoratori: tale modalità non può essere pertanto utilizzata nella formazione specifica se non nei progetti formativi sperimentali, specificamente individuati dalle Regioni.
_____________________________
Formazione continua in odontoiatria
           SSL           
   Test 54/2017   
24 mar 2017

23 marzo 2017

Eventi avversi in Ortodonzia

SDB - ECM - FAD - 2017 - DENTAL CADMOS - 03 - Eventi avversi in Ortodonzia 
Questionari di valutazione dell'apprendimento
01 - 02

Fisco

Diastemi dentali

Vit. Giada - 14 anni
Presentazione
Dott. Balestro F. - Balestro G. - Schiro S. - Volpato A.
ASO Alessia, Antonella, Arianna, Elena e Alessandra

22 marzo 2017

Catene odontoiatriche

Management in Odontoiatria
Catene odontoiatriche 

Marketing Odontoiatrico

Linkedin

Diastema interincisivo superiore

Ron. Soraya - 14 anni
Presentazione
Dott. Balestro F. - Balestro G. - Schiro S. - Volpato A.
ASO Alessia, Antonella, Arianna, Elena e Alessandra

Privacy - Regolamento UE 2016/679


21 marzo 2017

Linee Guida

SDB - Linee Guida 
MINISTERO DELLA SALUTE - Dipartimento della sanità pubblica e dell’innovazione
Le raccomandazioni cliniche in odontostomatologia contenute in questo volume sono state predisposte da esperti delle numerose discipline praticate nell’ambito della professione odontoiatrica e validate da un Gruppo tecnico di lavoro coordinato dal Ministero della salute e rappresentativo delle principali realtà istituzionali, scientifiche e associative del settore. Il loro principale obiettivo è quello di riunire in un unico testo – operazione del tutto innovativa nel panorama istituzionale - la definizione di approcci terapeutici chiari e basati su dati scientifici per tutte le singole tematiche specifiche, in modo tale da consentire all’operatore sanitario la migliore risposta ai bisogni di salute orale non solo sulla base della propria individuale scienza e coscienza, ma anche al fine di facilitare una maggiore condivisione delle finalità terapeutiche tra professionista e paziente; questo a sua volta contribuirà a rafforzare un tipo di rapporto basato sulla fiducia, sulla condivisione di valori, sulla chiarezza, pur nella piena responsabilità del professionista circa la scelta e l’applicazione dei più corretti e adeguati presidi diagnostici e terapeutici. Questo insieme di raccomandazioni intende fornire indicazioni per la realizzazione di percorsi terapeutici che tengano conto delle necessità specifiche del paziente e dell’opportunità di personalizzazione dei trattamenti individuali. Ciò appare giustificabile nella generale prospettiva della tutela della salute, anche con l’obiettivo di ridurre progressivamente le diversità della qualità dell’offerta di prestazioni odontoiatriche esistente nel nostro Paese, sia in regime di SSN che di libera professione. Accuratezza della diagnosi, correttezza dell’esecuzione delle terapie, informazione efficace e, prima ancora, promozione di misure di prevenzione primaria e secondaria (volte a evitare recidive o nuove situazioni di malattia) sono tutti componenti della “qualità e sicurezza delle cure” che sempre più devono rappresentare l’obiettivo principale delle nostre azioni, da quelle del livello strategico ministeriale a quello del singolo operatore sul campo. L'obiettivo delle Raccomandazioni Cliniche è quello di dare degli atti di indirizzo ai dentisti italiani sulle prestazioni odontoiatriche indicando una qualità minima delle prestazioni erogate. Non delle procedure obbligatorie, e nemmeno delle linee guida, ma delle indicazioni riconosciute sulle prestazioni odontoiatriche a tutto vantaggio per il paziente ma anche per il professionista che si oggi ha a disposizione indicazioni chiare e riconosciute non solo sulle varie fasi ciniche che interessano la cura del paziente ma anche su aspetti deontologici, fiscali e della comunicazione.
Chirurgia Orale   Test 01 - 02 - 03 - 04 - 05 - 06 - 07 - 08 - 0910 
Conservativa      Test 01 - 02 - 03 - 04 - 05 - 06 - 07 - 08 - 09 - 10
Endodonzia        Test 01 - 02 - 03 - 04 - 05 - 06 - 07
Gnatologia
Implantologia orale
Medicina orale
Odontoiatria pediatrica
Odontoiatria post-oncologica
Odontoiatria speciale
Ortognatodonzia
Parodontologia
Protesi

18 marzo 2017

SSL - Stress Lavoro Correlato

Il DVR SLC deve essere aggiornato ogni tre anni, come riportato nelle indicazioni fornite dall'INAIL. Nel 2008 Il Testo Unico in materia di sicurezza sul lavoro ha introdotto l'obbligo di valutare tutti i rischi per i lavoratori, compreso quello legato allo stress lavoro-correlato. Lo scopo della valutazione del rischio stress lavoro-correlato è quello di ridurre tale rischio attraverso l'analisi di indicatori oggettivi e l'eventuale rilevazione delle condizioni di stress percepito dai lavoratori. Tale valutazione deve essere effettuata dal DdL, coinvolgendo RSPP, Medico Competente (ove nominato) e RLS per la Sicurezza (ove eletto). Il DdL deve valutare il rischio stress lavoro-correlato in conformità a quanto previsto dalle linee guida della Commissione Consultiva Ministeriale del 18.11.10. Poichè, in particolare, l'analisi degli indicatori oggettivi (es. numero di infortuni/anno, giorni/anno di assenza per malattia, rotazione del personale, ecc) inclusa nella valutazione fa riferimento all'andamento di tali indicatori nel corso di un triennio, si può ragionevolmente ritenere corretta una nuova valutazione trascorsi tre anni dall'ultima valutazione effettuata, come riportato nelle indicazioni fornite dall' INAIL.
Agenzia Europea per Sicurezza e Salute sul Lavoro
ebookecm.it
FNOMCeO
ISPESL
Ministero della Salute