24 maggio 2016

Pietro Gamba onlus - Anzaldo (Bolivia)

Qui abbiamo vissuto momenti intensi di festa; il 30° di presenza in Anzaldo dell'Ospedale. Ha partecipato la popolazione e i medici che collaborano da Cochabamba oltre ad alcuni invitati. Dall'Italia sono venuto 4 persone a rappresentare la Fondazione con il vice presidente Antonio Castaldello. Margarita ha preparato nei dettagli il pranzo e invitato un gruppo famoso (Savia Andina). E' stato un momento di gioia serena e di elevazione iniziata con la S. Messa di ringraziamento. Il Vangelo era della Pentecoste e sembrava di sentire il soffio dello Spirito del Signore che da sempre ci ha accompagnato. Allego l'articolo de L'eco di Bergamo e la foto della mia famiglia sul palco della festa realizzata all'interno dell'Ospedale. La situazione del chirurgo al momento è complessa. Non trovando bravi professionisti chirurghi con esperienza che vogliano restare sul posto, ho accettato come prova sperimentale per questi mesi di Maggio e Giugno, di provare con un giovane e bravo chirurgo nei giorni di Mercoledì, Giovedì e Venerdì e gli altri giorni sono a chiamata. I fine settimana, dovendo lui compiere con l'anno obbligatorio di servizio rurale imposto dal governo come completamento della formazione, va al Chapare, la zona tropicale a 250 km. da qui.
Sono appena uscito dalla sala chirurgica. Oggi, ero a Cochabamba per sbrigare, nell'unico giorno abile della settimana che dedico alla città; ero in compagnia di Adriano di Vicenza che domani parte per l'Italia insieme a Antonio Dalla Pozza venuti per festeggiare con noi il trentesimo. Improvvisamente al cellulare mi arriva da Anzaldo la chiamata di un'emergenza per un bambino di sette anni con un addome acuto, duro come un tavolo. La diagnosi è peritonite per un'appendicite non diagnosticata o comunque perché i genitori l'hanno tenuto in casa quattro giorni a soffrire atrocità sperando che la malattia migliorasse da sola e il male prima o dopo l'abbandonasse. Il bambino si presenta con febbre di 38,5 ºC. Lascio tutti gli impegni programmati in città e, per non avere attualmente il chirurgo fisso in Anzaldo, chiamo un amico chirurgo che non dice mai no di fronte all'emergenza e partiamo d corsa per la strada che conosco bene In breve tempo siamo a Anzaldo e metto l'anestesia al piccolo con dolore perché il chirurgo proceda ad aprire l'addome per liberare il tanto pus diffuso tra l'intestino. Ora Richard, il piccolo di 8 anni e nove mesi, è carico di antibiotici che faranno la loro parte per la guarigione. La mamma, in attesa di un nuovo figlio all'ottavo mese e altri tre figli, non ha risorse per le spese dell'Ospedale. Richard è suo figlio ma senza padre. Il padre attuale è il secondo convivente di sua madre e il piccolo dice che è picchiato dal patrigno. Figuriamoci se quest'ultimo pensa a lui per le spese dell'ospedale! Si è unito a sua madre portandogli anche i suoi due gemelli, nati da due anni. Quindi la nuova famiglia ha raggiunto il numero di sei bocche da sfamare ed una in arrivo. La madre come qui è quasi abituale, si sente dipendente economicamente dal marito che lavora da campesino e da aiutante; i soldi non bastano e non ci sono per le spese di Richard. Oggi ho pagato il chirurgo senza far pesare nulla alla famiglia. Il bambino è uscito bene, sta meglio; è fuori pericolo e credo ce la farà. Tutto questo mi rinfresca nell'entusiasmo e mi incoraggia nell'impegno perché, fosse anche solo questo bambino salvato e aiutato, per me rimane importante per incrementare la passione che mi fa restare e continuare. Seppure momentaneamente senza il chirurgo, la Provvidenza sta certamente pensandoci ed io l'aspetto con i suoi risultati! Niente quindi eroismo o superiorità ma solo il dovere compiuto con la passione che sento per questo bambino che adesso ricorderà che nell'Ospedale gli hanno tolto il dolore e il male che da quattro giorni lo tormentava senza lasciarlo dormire!
_______________________________________________
Fondazione e Associazione Amici di Pietro Gamba Onlus operante in Bolivia e che si occupa di prestare cure mediche e assistenza sanitaria

ADSO - Adempimenti e Documentazione dello Studio Odontoiatrico

Collaboratori Dipendenti
Collaboratori Libero Professionali 
   All 03.1 - Incarico Libero Professionale - Odontoiatra
   All 03.1 - Incarico Libero Professionale - Igienista Dentale
D. Lgs. 81/08 - T. U. Sicurezza
   All 04.1 - RSPP Assunzione incarico
   All 04.2 - RSPP Designazione
   All 04.3 - Medico Competente - Nomina
   All 04.4 - Primo Intervento - Designazione addetti
   All 04.5 - Primo Soccorso - Designazione addetti
   All 04.6 - Scheda verifica periodica presidi Primo Soccorso
   All 04.7 - RLS - Verbale elezione
   All 04.8 - Organigramma della sicurezza
   All 04.9 - Riunione periodica per la sicurezza - Verbale
   All 04.10 - Procedura per interruzione della trasmissione delle infezioni
   All 04.11 - Elenco degli impianti
   All 04.12 - Scheda Impianto
   All 04.13 - Elenco Attrezzature/Macchinari
   All 04.14 - Scheda attrezzatura 
   All 04.15 - Elenco Sostanze Chimiche
   All 04.16 - Elenco attività di Formazione e Informazione 
Formazione. La formazione del professionista e l'ECM
Previdenza. La documentazione previdenziale del Dentista
Privacy - Trattamento dei dati personali

Bibliografia
ANDI Ravenna. La responsabilità dell’Odontoiatra. I Collaboratori
Ghetti G. La documentazione per la gestione dello Studio Odontoiatrico. Tra obblighi e opportunità. ANDI Servizi. 2014
SDB - Gentlemen’s Agreement - ID

Chirurgia Ortognatica - Classe 3 scheletrica

Pie. Giacomo - 19 anni

Malocclusione di Classe 3 scheletrica
Dopo 24 mesi di trattamento ortodontico/chirurgico
Video YT
_____________________________________________________________________
A cura di Dott. Balestro Francesca, Dr. Balestro Giuseppe e Dott. Volpato Andrea
ASO Steffy, Alessia, Antonella, Elena, Cristina e Ilaria
Tariffario ortodontico

FormAzione



FAD - Formazione a distanza
A cura della Dott.ssa Balestro Francesca
FORMAZIONE SULLA SICUREZZA IN MODALITÀ E-LEARNING
La Commissione per gli Interpelli in materia di salute e sicurezza sul lavoro, nell’Interpello n. 4/2016, fornisce chiarimenti in merito alla possibilità di utilizzare, nella formazione specifica dei lavoratori, la modalità e-learning. Al riguardo la Commissione precisa che la formazione a distanza è consentita per la formazione generale dei lavoratori: tale modalità non può essere pertanto utilizzata nella formazione specifica se non nei progetti formativi sperimentali, specificamente individuati dalle Regioni.
_________________________________ 
SSL - D. Lgs. 81/08 T.U. Sicurezza
         Aspirazione chirurgica              
  24 mag 2016 
              Test 095/2016             

23 maggio 2016

Counseling sistemico nelle professioni sanitarie

Introduzione al Counseling Sistemico nelle professioni sanitarie
Elementi di metodo
Silvana Quadrino
Edizioni CHANGE
ebookecm.it

Chirurgia Ortognatica - Classe 2/1 scheletrica

S.L. - 28 anni

Malocclusione di classe 2/1 su base scheletrica
Iposviluppo mandibolare
Dopo 24 mesi di trattamento ortodontico-chirurgico
__________________________________________
A cura di Dott. Balestro Francesca, Dott. Balestro Giuseppe e Dott. Volpato Andrea
ASO Steffy, Alessia, Antonella, Elena, Cristina

21 maggio 2016

OSAS - Sindrome delle apnee ostruttive nel sonno

OSAS - Sindrome delle apnee ostruttive nel sonno. ISSUU
Ministero della Salute. 2015
La Sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (Obstructive Sleep Apnea Syndrome - OSAS) è un disturbo respiratorio del sonno caratterizzato da episodi ripetuti di completa o parziale ostruzione delle vie aeree superiori con segni e sintomi che possono determinare l’insorgenza di importanti disfunzioni sistemiche (es. ipertensione arteriosa sistemica, cardiopatia ischemica, infarto, ipertensione polmonare, aritmie cardiache), causa di riduzione della qualità della vita. L'OSAS è caratterizzata da sintomi notturni quali il russamento abituale, le pause respiratorie nel sonno riferite dal partner, i risvegli con sensazione di soffocamento, il sonno agitato, la nicturia, la xerostomia e, in misura minore, la sudorazione notturna eccessiva. Le conseguenze diurne dell’OSAS sono:
  • sensazione di sonno non ristoratore
  • cefalea
  • eccessiva sonnolenza
  • aumentato rischio di incidenti stradali (da 3.5 a 8 volte maggiore della popolazione di controllo)
  • deficit cognitivi (in particolare disturbi di memoria, concentrazione ed attenzione)
  • la depressione del tono dell’umore e l'impotenza sessuale.
L’approccio a tale quadro sindromico è multidisciplinare e l’odontoiatra può e deve avere un ruolo importante come "sentinella diagnostica", provvedendo, per quanto di competenza, alla presa in carico terapeutica del soggetto. Pertanto, su indicazione del "Gruppo tecnico in materia di odontoiatria" del Ministero della salute, un Gruppo di esperti ha redatto il documento "Linee guida nazionali per la prevenzione ed il trattamento odontoiatrico della sindrome delle apnee ostruttive nel sonno" contenente indicazioni basate sull’evidenza scientifica volte a garantire un corretto inquadramento generale della sindrome, l’adozione di un efficace percorso diagnostico, a definire quale è il ruolo specifico dell’odontoiatra nell’intraprendere, tramite l’applicazione di specifici dispositivi endorali, il più efficace percorso terapeutico per la risoluzione della problematica.
Linee Guida
Bibliografia
Maxillomandibular Advancement for Treatment of Obstructive Sleep Apnea. A Meta-analysisJAMA Otolaryngol Head Neck Surg. Published online November 25, 2015. doi:10.1001/jamaoto.2015.2678 
Odontoiatria e disturbi del sonno
Odontoiatria e disturbi del sonno. Sleep disorders and dentistry. E.M. Varonia, V. Martinia, A. Albonicoa, O. Daia, M. Iritia. DENTAL CADMOS | 2015;83(9):599-611 | 599

20 maggio 2016

Chirurgia Ortognatica - Classe 3 scheletrica

Col. Alessio - 22 anni
Presentazione del caso clinico
Video
__________________________________________
A cura di Dott. Balestro Francesca, Dott. Balestro Giuseppe e Dott. Volpato Andrea
ASO Steffy, Alessia, Antonella, Elena, Cristina e Ilaria

Ultrasuoni

Scopo
Pulizia delle superfici difficilmente raggiungibili con il lavaggio a mano o automatizzato.
Azione
Le vibrazioni causate dagli ultrasuoni (fasi di alta e bassa pressione alternate) in un liquido di pulizia creano piccole bolle che implodono dopo essersi depositate sullo strumentario.
Consigli per l’uso
Gli strumenti devono essere completamente immersi nel liquido.
Gli strumenti non devono urtare tra di loro.
Trattamento dello strumentario per almeno 10’ a T non > 40°C.
Cambiare il liquido appena è evidentemente sporco (depositi sul fondo).
Non immergere specchietti orali.
Risciacquo e asciugatura accurata dello strumentario dopo il ciclo.

18 maggio 2016

Srl Odontoiatrica

Srl Odontoiatrica

__________________________

Questionario di soddisfazione dei Pazienti

SDB - Norma UNI EN ISO 9001:2008 - 2.3.4 - All 25

Chirurgia ortognatica


Fonte facesurgery.it - Prof. Mirco Raffaini
Obiettivo della chirurgia ortognatica è la correzione di una ampia varietà di anomalie delle mascelle e della faccia producendo oltre alla correzione della malocclusione anche favorevoli cambiamenti estetici e altri benefici: la masticazione, la respirazione e la parola risultano spesso migliorati.
Quali sono le fasi di un trattamento Ortodontico-Chirurgico? La terapia completa di solito comprende:
1. Ortodonzia prechirurgica (che dura in media 1 anno)
2. Intervento chirurgico
3. Periodo di convalescenza di qualche settimana
4. Ortodonzia postchirurgica di rifinitura (normalmente di 6 mesi)
In cosa consiste l'intervento chirugico? Si tratta di un intervento in anestesia generale effettuato presso la Clinica Odontoiatrica di Padova dal Prof. Stefano Fusetti.
L'intervento è totalmente a carico del SSN.
La degenza nella Struttura Clinica è in genere di 2-3 gg.
Non sono previste cicatrici esterne sul volto in quanto gli accessi chirurgici avvengono interamente passando dall'interno della bocca.
Il paziente può già nella prima settimana dopo l'intervento riprendere la propria funzione masticatoria ricorrendo ad una dieta semiliquida/morbida per il primo mese.
Costo del trattamento ortodontico pre/post-chirurgico
Il costo, onnicomprensivo, del trattamento ortodontico pre/postchirurgico è di 3.000,oo euro.
Per la scontistica e le convenzioni si fa riferimento alla Carta dei Servizi dello SDB.
Casi clinici dello SDB (Prof. Stefano Fusetti - Dott. Andrea Volpato - odt. Stefano Bonato)
Classe 2/1 - San. Luca
Classe 3 - Col. Alessio
Classe 3 - Pie. Giacomo
Montaggio in articolatore
Marchese E. Montaggio in articolatore ARCON - Case Report ORTEAM/Face - 2016 
Video Didattici
Accorciamento della mandibola - Fonte Anatomage
Accorciamento della mandibola - Fonte Molen Orthodontics
Accorciamento del mento - Fonte massimo re
Allungamento della Mandibola
Allungamento della Mandibola e avanzamento chirurgico del mento - Sara Egner
Avanzamento del mento 
Chirurgia ortognatica combinata dei due mascellari
Correzione chirurgica del morso aperto anteriore
Gummy Smile. Correzione chirurgica
Impattamento del Mascellare Superiore
Long Face Syndrome. Surgical correction
Lower Jaw Advancement Surgery - MolenOrthodontics
MentoplasticaFonte Contacto Total

17 maggio 2016

Canino incluso nel palato - Ponte provvisorio in fibra di vetro

Cav. Alessandra - 35 anni
Canino superiore destro incluso nel palato
Soluzione provvisoria eseguita direttamente in Studio:
ponte provvisorio incollato in fibra di vetro
Canino superiore destro incluso nel palato
Soluzione provvisoria eseguita direttamente in Studio:
ponte provvisorio incollato in fibra di vetro
PRESENTAZIONE
__________________________________________
A cura di Dott. Balestro Francesca - Dott. Balestro Giuseppe - Dott. Volpato Andrea
ASO Steffy, Alessia, Antonella, Elena, Giada

Questionario di Soddisfazione delle Collaboratrici Dipendenti

Questionario di Soddisfazione delle Collaboratrici Dipendenti
Norma UNI EN ISO 9001:2008 - 2.3.10 - All8