ORARI
Lunedi e Martedi 12 - 20
Mercoledi, Giovedi e Venerdi 9 - 17
Sabato 9 -13

FAD - Formazione a distanza

Mar 25 nov 2014 - Ortodonzia
A cura della Dr. ssa Balestro Francesca
Lavora con noi
Inviaci il tuo CV compilando i form. Clicca qui

26 novembre 2014

Affollamento dentale

Cec. Efrem - 13 anni

Terapia ortodontica fissa - 30 mesi di cura
Video YT
A cura di Dr.ssa Balestro Francesca e Dott. Volpato Andrea
ASO Steffy, Alessia, Antonella, Arianna, Elena, Cristina

25 novembre 2014

Un patto con il malato contro la malattia

Mettere il paziente al centro: si fa presto a dirlo. Perché il paziente non è una macchina da aggiustare ma una persona da curare: appunto, quante volte l’abbiamo sentita? Perché il malato è un essere umano: ecchediàmine. Calma, prima di continuare con l’ironia prendetevi un secondo e ricominciate daccapo. Perché questa volta, forse, potrebbe veramente cambiare qualcosa. Magari non da un giorno all’altro, d’accordo. Ma con una rivoluzione culturale seria: a partire dall’università. Per insegnare a chi studia medicina — tra le altre cose — che il dottore di domani sarà bravo non solo se sarà capace di scoprirmi addosso un tumore, ma anche se saprà spiegarlo ai miei e a me nel modo migliore, se mi aiuterà a capire le cure che dovrò affrontare, insomma se mi coinvolgerà nelle terapie che mi prescriverà. Il tutto sancito da un Patto vero. Un Patto per il Paziente, così lo chiameranno... Il tutto, insomma, affinché il dottore la smetta di trattare il «paziente» solo come colui che sopporta «con pazienza ». Le cure funzioneranno di più, le persone guariranno di più. Che poi è la «missione» del medico: o no?..Il Patto servirà a questo, a darsi degli obiettivi concreti e a sentirsi vincolati per realizzarli: approccio terapeutico basato sul rispetto della persona nella sua interezza, maggiore accesso delle persone a informazioni su prevenzione, cura, salute, collaborazione tra professionisti sanitari... Una scelta condivisa tra medico e paziente ha un influsso decisivo sull’efficacia della cura... È un patto fondativo che impegna a porre le persone malate al centro dei processi educativi di tutti gli operatori. Deve essere il malato, non la malattia, non il medico o l’infermiere, a guidare l’agire medico. Vogliamo che i nostri medici siano prima di tutto degli ottimi professionisti; e che per questo siano anche capaci di ascoltare, informare, utilizzare con la massima efficacia le risorse di cura, di non promettere l’immortalità ma il rispetto della dignità degli individui. Per un nuovo umanesimo, in un tempo di meraviglia tecnica... «Dobbiamo entrare — dice il fondatore dello Ieo, Umberto Veronesi — in una fase nuova: la medicina della persona. Conoscere quindi non solo le connotazioni della sua malattia ma la percezione, l’elaborazione mentale e la memorizzazione della malattia stessa». Paolo Foschini - Corriere.it 23 nov 2014

Medicina difensiva

Milioni di euro sprecati per esami e visite che non servono

Una montagna di radiografie, di Tac, di risonanze magnetiche prescritte senza reale necessità o ripetute a causa di macchinari inefficienti.


Visite specialistiche ed esami in eccesso, cioè eseguiti quando non sarebbero necessari per la diagnosi o la cura di una malattia. Ma anche, all’opposto, prestazioni mancate, spesso a scapito della prevenzione. Sono i due volti della non appropriatezza di prestazioni sanitarie, che pesa sulla salute dei cittadini e in termini di sprechi sulle tasche del Servizio sanitario nazionale. Secondo alcuni studi, per esempio, degli oltre 100 milioni di indagini radiologiche eseguite ogni anno in Italia il 30-50% sarebbe parzialmente o totalmente ingiustificato. E la Società italiana di medicina interna stima che dei 64 milioni di visite specialistiche annue, per un costo di circa un miliardo di euro, il 10% non sarebbe appropriato. «Esiste effettivamente un eccessivo ricorso alla diagnostica per immagini e alla radiologia in tutte le sue forme — afferma Carlo Masciocchi, presidente della Società italiana di radiologia medica —. È sbagliato sottoporre i pazienti a un numero crescente di accertamenti, anche con radiazioni ionizzanti che comunque espongono a un rischio». leggi tutto - Fonte Corriere.it - di Maria Giovanna Faiella

23 novembre 2014

Il futuro degli Studi Odontoiatrici


QUADERNI dello STUDIO DENTISTICO BALESTRO
A cura della Dott.ssa Francesca Balestro
2014

La rubrica dei lettori

I lettori ci scrivono
____________________________________

22 nov 2014 - Salve Dottore, sono F.F., l'amica di Andrea Volpato che gentilmente ha visitato qualche settimana fa. Venerdì mattina sono passata in Studio per ritirare i bite che avete preparato per me (e che sono già in funzione!) sperando di poterla salutare e ringraziare di persona per la Sua gentilezza, ma so che era impegnato. Con questa mail, oltre a ringraziarla per il lavoro che fate su di me, vorrei farle i miei più sinceri complimenti per il Suo studio dentistico. Ho deciso di affidarmi a voi non solo per l'amicizia che mi lega ad Andrea, ma anche e soprattutto per la sincera ammirazione che Andrea nutre nei Suoi confronti, indice della Sua dedizione e passione per la Sua professione, e per l'impegno che so che mettete ogni giorno nel vostro lavoro allo Studio, ma anche in tutte le attività "extra" che impegnano il vostro tempo libero per migliorare la vostra professionalità. Sono rimasta colpita dalla struttura fisica dello Studio e dalla gentilezza di tutto il personale, che ho visto avere molto a cuore i pazienti. Con l'occasione La ringrazio anche del gentile presente che Andrea mi ha fatto avere da parte Sua, lo apprezzo molto e immagino che sia frutto della fatica di diverse persone, nonchè una grande fonte di orgoglio. Quindi Le rinnovo la mia gratitudine e i miei complimenti per la Sua attività, che non mancherò di "pubblicizzare" positivamente! Le auguro un buon week-end e un buon lavoro! Grazie ancora, F. F.
21 ott 2014 - "Siamo molto onorati che il Collega Giuseppe Balestro, titolare di una struttura di tutto rispetto ed attentissimo alla formazione del personale abbia gradito, condiviso, e proposto a tutti i suoi dipendenti i nostri corsi di aggiornamento in modalità FAD. Un particolare e sentito ringraziamento quindi al Collega, che evidentemente ha recepito a fondo la finalità dei nostri sforzi, programmando il suo calendario formativo con la nostra partnership. Grazie ancora, la tua fiducia ci rincuora e ci conferisce la possibilità di autosostenerci in questa impresa (non facile)". Dott. Francesco Davì - Odontofad
10 ott 2014 - "I nostri più sentiti complimenti allo studio del Collega Giuseppe Balestro, estremamente attento alle normative, alla gestione e direzione manageriale accurata e alla formazione/addestramento del personale. Grazie per aver programmato il tuo calendario anche con i nostri corsi". Dott. Francesco Davì - Odontofad
07 ott 2014 - ...pensare che tra poche settimane diventerò mamma mi rende la persona più felice al mondo e mi sento di rendere partecipe anche lo STUDIO DENTISTICO BALESTRO che mi ha dato la possibilità di realizzare questo traguardo grazie alla disponibilità, generosità e affidabilità sempre datami..E dopo 6 anni trascorsi e condivisi assieme eccomi qua ad aspettare il mio primo capolavoro e a condividere le mille emozioni assieme a tutti voi..!! GRAZIE GRAZIE E ANCORA INFINITE VOLTE GRAZIE. C. Arianna 
17 set 2014 - Buongiorno. Sono appena arrivata in azienda dopo essere stata da voi per sistemare un dente. Per strada ripensavo a quanto successo: in corso d'opera il dentista ha visto che non sarebbe servito fare un intarsio ma sarebbe bastata la ricostruzione a mano. E così ha fatto. Ora, oltre alla sensazione di avere un dente finalmente a posto e 'restaurato a regola d'arte' (non sento infatti fastidio alcuno) ci sono altre considerazioni da fare: risparmio economico immediato; risparmio in termini di tempo (niente secondo appuntamento = niente necessità di prendere ferie = meno preoccupazione per lavoro che si accumula); piacevole sensazione di essermi affidata ad uno studio in cui la professionalità va di pari passo con i principi etici (cosa non così scontata). In realtà avevo già avuto modo di appurarlo quando ero venuta con la bimba che, secondo altri tre studi avrebbe dovuto mettere un costoso apparecchio, e che invece secondo voi doveva solo attendere la crescita. Ora lei ha i denti diritti senza nessun apparecchio e noi non abbiamo dovuto sostenere un gravoso impegno economico. Quindi....grazie a voi come studio e al dentista che mi ha curato (non so come si chiami, ma se potete ringraziatelo per me). Buona giornata. E. C. 
29 lug 2014 - Preg.mo Dott. Balestro, di ritorno dal viaggio a Parigi in compagnia di Andrea, volevo ringraziarLa moltissimo. Inoltre volevo avvertirLa che le farò avere quanto prima alcune considerazioni sui Bilanci Sociale e Qualità, di cui - posso anticiparLe, dal punto di vista di paziente - un'ottima impressione e apprezzamento. Le auguro un buona giornata. Chiara 
24 lug 2014 - Gentile Dr. Balestro, sono in procinto di lasciare il mio lavoro per pensionamento. Ci tenevo a porgerle tantissimi saluti nonchè augurarle una buona continuazione. Di lei porterò il ricordo di un professionista serio, preparato e generoso. Arrivederci e buon lavoro. Cecilia 
14 lug 2014 - D.D. - Sono una signora di quasi 50 anni, divorziata con 2 figli. Da qualche mese ho perso il lavoro e ne ho così approfittato di questo periodo di mobilità per formarmi in una professione più gradita della precedente. Sto infatti frequentando un corso di formazione per assistente di studio odontoiatrico presso la scuola di formazione Atena di Padova. Il corso finirà a breve e sono previste 40 ore in aula e solo 4 ore di pratica presso uno studio dentistico. Sto quindi cercando un professionista disposto ad offrirmi periodo di stage/tirocinio in modo di acquisire le competenze necessarie per avviarmi con sicurezza alla professione di ASO. Essendo i miei figli ormai adulti e indipendenti non ho problemi di orario e posso garantire la massima disponibilità 
08 lug 2014 - F.S. - Professore Associato di Chirurgia Maxillo-Facciale - Università degli Studi di Padova. Caro Giuseppe, grazie della email. Capisco le motivazione delle tue scelte. Rimango a disposizione per qualsiasi cosa; mi ha fatto piacere rivederti e vedere il tuo studio, molto professionale. Adesso so dove mandare i pazienti in provincia di Vicenza! Ciao 
27 giu 2014 - N. G. Buongiorno, sono una Vostra paziente. Ho visto ora sul sito che è possibile avere uno sconto del 10% sul preventivo se si paga tutto in anticipo. E’ possibile anche per me che devo fare un impianto ? In attesa di una Vs. cortese risposta, porgo distinti saluti. Risponde Perucchi Evelin - Responsabile della Segreteria - Confermiamo che per prestazioni odontoiatriche eseguite nelle mattinate di giovedi e/o venerdi (ore 9-12) è previsto uno sconto immediato del 10% sul preventivo complessivo. Uno sconto analogo (10%) si può ottenere in qualunque giorno della settimana in caso di pagamento anticipato dell'intero importo preventivato. Le due modalità non sono, ovviamente, cumulabili.

21 novembre 2014

Agenesie dentali

Bro. Lorenzo - 13 anni
Presentazione del caso
_______________________________________
A cura di Dr.ssa Balestro Francesca e Dott. Volpato Andrea
ASO Steffy, Alessia, Antonella, Arianna, Elena, Cristina

20 novembre 2014

Agenesie dentali

Pel. Francesco - 10 anni
2010 - 10 anni - 2.1 incluso  a seguito di trauma

Presentazione del caso
_______________________________________
A cura di Dr.ssa Balestro Francesca e Dott. Volpato Andrea
ASO Steffy, Alessia, Antonella, Arianna, Elena, Cristina

Giurisprudenza



QUADERNI dello STUDIO DENTISTICO BALESTRO
A cura della Dott.ssa Francesca Balestro
2014

Farmaci e Odontoiatria

La gestione del farmaco in studio.
Come e dove conservarlo. Quali le modalità per prescriverli
leggi tutto

18 novembre 2014

Il futuro della Norma UNI EN ISO 9001

QUADERNI dello STUDIO DENTISTICO BALESTRO
A cura della Dott.ssa Peron Carla
2014

Antibiotici e Dentisti

"Noi dentisti siamo chiamati a tutelare anche la salute futura dei nostri pazienti quando prescriviamo i farmaci", ricorda Marco Landi, Vicepresidente CED (Council of European Dentists) l'organismo che rappresenta i 340.000 dentisti europei e che in occasione della Giornata Europea sull'Antibiotico ha elaborato, insieme ai medici (CPME) e ai veterinari (FVE), un documento con le raccomandazioni per i professionisti della salute sull'utilizzo consapevole degli antibiotici. "Abbiamo voluto creare uno strumento agile, di facile consultazione con indicazioni chiare per i nostri pazienti in modo da poterli sensibilizzare sull'utilizzo consapevole di questi farmaci". La mancanza di efficacia degli antibiotici esistenti e la carenza di ricerca e sviluppo di nuove molecole destano serie preoccupazioni e richiedono una risposta comune, ed in questo anche gli odontoiatri sono parte in causa come frequenti prescrittori, ricorda Landi. "E' fondamentale che tutti noi professionisti della salute lavoriamo per combattere la resistenza antibiotica. Gli antibiotici devono essere prescritti in modo responsabile monitorando i risultati oltre a spiegare ai nostri pazienti come devono essere assunti. Il mio appello, e quello di tutto il CED, è quello di contribuire a far in modo che gli antibiotici rimangano efficaci evitando il più possibile il loro abuso, quindi ricorrere alla loro prescrizione solo quando estremamente necessario, e motivando il paziente sui rischi dell'auto-medicazione". [Fonte]

Società tra Professionisti

QUADERNI dello SDB
A cura della Dr.ssa Francesca Balestro