Formazione Continua
Lun 01 set 2014 - Privacy - A cura della Dr.ssa Balestro Francesca
Lavora con noi
Inviaci il tuo CV compilando i form. Clicca qui

01 settembre 2014

Valorizzare i Collaboratori

Approfondire i rapporti con i singoli Collaboratori, motivandoli e incoraggiandoli anche attraverso l'invio di feedback regolari è indispensabile per creare una forza lavoro efficiente e produttiva, così come per fidelizzare le risorse più talentuose. Capita spesso, tuttavia, di "trascurare" inconsapevolmente i propri Collaboratori sottovalutandone qualità e necessità, un comportamento che può avere ripercussioni negative notevoli. Collaboratori, sentendosi appunto poco apprezzati, possono perdere la fiducia nel loro Titolare percependolo come egocentrico e poco attento alle loro esigenze, mentre il ruolo primario del Titolare è proprio quello di fornire continuamente al proprio team tutti gli strumenti e le risorse indispensabili per avere successo. Quali sono gli errori più comuni compiuti dai Titolari nei confronti dei Collaboratori? La mancata osservazione e valorizzazione delle singole personalità, ad esempio, nuoce al lavoro di squadra e alla produttività, esattamente come uno scarso interesse verso la creazione di un ambiente di lavoro diversificato e variegato. Spesso il Titolare è inconsapevole dei punti di forza dei suoi Collaboratori, ignorando qualità e potenzialità che rappresentano, invece, vere e proprie risorse per l'azienda. Anche il rifiuto categorico di ascoltare, e applicare, i consigli forniti talvolta dai Collaboratori rappresenta un errore non da poco in grado di nuocere alla leadership, che può perdere sicurezza. Un altro comportamento controproducente è quello del Titolare che non compie alcun tentativo per migliorare il legame con un Collaboratore investendo nella relazione, limitando soprattutto le occasioni di dialogo e ascolto. [Fonte]

31 agosto 2014

Linee guida

LGN - Linee Guida Nazionali

AIDS
AIDS - Guidelines EACS 2014
Antibiotici
Antibioticoprofilassi peri-operatoria - Ministero della Salute
Come usare correttamente gli antibiotici - SIPPS
Uso corretto degli antibiotici - Cittadino - Ministero della Salute
Audit clinico
Linee Guida per l'Audit Clinico - Ministero della Salute
Manuale di formazione per il Governo clinico: la sicurezza dei Pazienti e degli Operatori. Ministero della Salute
Bifosfonati
Prevenzione dell'osteonecrosi mandibolare
BLS-D
Linee Guida Internazionali ILCOR 2010
Carta dei Servizi
Linee Guida per la stesura e l'utilizzo della Carta dei Servizi
Comunicazione
Comunicazione on line in tema di tutela e promozione della salute
Customer Satisfaction
Emofilia
Linee guida 
Epatiti virali
Le epatiti virali - Ministero della Salute
Eventi avversi
Eventi Avversi in Sanita' (Linee Guida per Gestire e Comunicare) 
Fascicolo Sanitario Elettronico
La responsabilità medica 
Odontoiatria
Prefazione
Chirurgia Orale
Conservativa
Disinfezione e Sterilizzazione
Endodonzia
Fluoro - Consensus Conference
Implantologia
Odontoiatria di comunità
Odontoiatria Legale
Odontoiatria Pediatrica
Parodontologia
Patologia orale
Pazienti disabili non collaboranti
Prevenzione dei tumori maligni del cavo orale
Prevenzione della carie in età pediatrica
Prevenzione della edentulia
Prevenzione della malattia parodontale
Prevenzione delle patologie dei tessuti duri dentali
Prevenzione delle patologie orali in età adulta
Prevenzione delle patologie orali in età evolutiva
Prevenzione delle patologie orali in età evolutiva
   Carie
   Gengivite
   Malocclusioni
   Patologie delle mucose orali
Prevenzione delle patologie orali in età evolutiva - Aggiornamento
Prevenzione delle patologie orali negli individui in età evolutiva sottoposti a terapia chemio e/o radio
Profilassi antibiotica in pazienti a rischio di diffusione metastatica
Protesi 
Radiologia - Manuale operativo di radioprotezione - ISS 
Traumi dentali 
Oncologia
La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico 
Ortodonzia
Linee guida della sessione d’esami I.B.O. Certificato d’Eccellenza in Ortodonzia
Model Display SIDO 
Osteoporosi
Diagnosis and Treatment 
Linee Guida per la prevenzione 
Pediatria
La salute dei bambini - Libro bianco 2011  
Linee Guida Pediatriche 
Percorsi diagnostico-terapeutici complessi
Linee Guida Ministero della Salute
Postura ergonomica
Ergonomia della postazione di lavoro
Privacy
Cloud Computing: indicazioni per l’uso consapevole dei servizi
Privacy - Dalla parte del Paziente
Protossido d'azoto
Linee guida per l'utilizzo extra-ospedaliero
Radiologia
Salute e Sicurezza sul lavoro
Linee Guida sulla salute e sicurezza sul lavoro nelle imprese in rete - INAIL
Linee guida per fattore di rischio - INAIL
Manuale del Sistema di Garanzia della Qualità negli Studi Odontoiatrici ai sensi del D.Lgs.187/2000 - INAIL
Sterilizzazione
ISPESL. Linee Guida sull'attività di sterilizzazione quale protezione collettiva da agenti biologici per l'operatore nelle strutture sanitarie.
Terapia Anticoagulante Orale (TAO)
WEB
Linee guida del Garante per posta elettronica e Internet
Bibliografia
Bombeccari G. Proposte di linee guida per la scelta della terapia antibiotica in odontostomatologia. Il Dentista Moderno 2005;8:97
Campus G. et al. National Italian Guidelines for carie prevention in 0 to 12 years-ols children. EJPD 2007;3:153
CCM - ISS - Acido Folico (Prevenzione Primaria di Difetti Congeniti)
Cetrullo N. Linee guida di terapia odontoiatrica nel paziente epilettico. Doctor Os 2005;5:541
Cozza P. Metodo di elaborazione di una linea guida. Mondo Ortodontico 2005;6:455
D'Alessandro G. Soggetti in età evolutiva affetti da disabilità
ISS - Istituto Superiore di Sanita'. Manuale per la creazione di Standard e Linee Guida per la condivisione di informazioni sulle risorse per l'apprendimento e programmi di formazione nel campo dell'etica e scienza.
Linee guida odontoiatriche. Dental Cadmos 2005;9:I
Dondi dall'Orologio G. Odontoiatria basata sull'evidenza e linee guida: come trasferire gli interventi efficaci nella pratica clinica. RIS 2006;2:16
Welbury R. EAPD guidelines for the use of pit and fissure sealants. EJPD 2004;3
Linee GuidaVerso Standard Internazionali per la Produzione
Links
Periodontal Guidelines. Journal of Periodontology. May 2000
Progetto Linee Guida - Ministero della Salute
Programma Nazionale Linee Guida
LGC - Linee Guida Cliniche
Amalgama
   Rimozione protetta delle otturazioni in amalgama
Bleaching
Protesi
Cementazione
LGA - Linee Guida Assistenziali
BLS-D
Linee Guida Assistenziali
LGS - Linee Guida Servizio

29 agosto 2014

Consenso informato

Consenso consapevole
Il Consenso consapevole non è un modulo informativo, è un rapporto umano, prima ancora che clinico e giuridico, che si instaura tra due persone (Medico e Paziente). Il Paziente, una volta adeguatamente informato, dà il suo assenso alle terapie; si parla infatti di Consenso consapevole proprio perché il paziente, informato, dà il suo Consenso. Il Consenso consapevole è un atto libero e volontario del Paziente; il ruolo del Medico, e quindi dell'Odontoiatra, è di fornire al paziente tutte le informazioni necessarie per decidere coscientemente se accettare o meno la terapia proposta. La forma schematica adottata (modulo) non vuol essere in alcun modo un invito a trasformare un rapporto umano in un rapporto burocratico del genere "si legga questo modulo e firmi qui". Le schede informative possono eventualmente essere utilizzate come una ricevuta di informazione e non come un atto informativo in sé. La base del Consenso consapevole resta il rapporto personale e verbale, la formulazione scritta ed eventualmente controfirmata dal paziente è una cautela di tipo medico-legale che l'odontoiatra a suo giudizio può o meno utilizzare. Nel caso di trattamenti multidisciplinari è ovvio che le informazioni contenute nelle varie schede dovranno tra loro essere integrate; ad esempio nel caso di un trattamento ortodontico pre-protesico con successivo intervento protesico, dovranno essere date al paziente le informazioni contenute nella scheda relativa al trattamento ortodontico e quelle nella scheda relativa la trattamento protesico. Nel caso si voglia utilizzare anche la forma scritta, le due schede potranno essere integrate tra loro in un'unica scheda a cura del professionista. 
Bibliografia e letture consigliate

Celiachia e manifestazioni orali

La celiachia è una malattia genetica che provoca l’appiattimento e/o la scomparsa dei villi dell’intestino tenue con l’assunzione di glutine. Il glutine è una miscela di proteine presente in molti cereali (frumento, orzo, farro, kamut, ecc.). Eliminandolo dalla dieta permette al celiaco di condurre una vita in salute. La sintomatologia è molto varia. I più caratteristici sintomi sono vomito, diarrea, mal di testa, meteorismo e anemia resistente alla terapia con ferro. Molto spesso si possono manifestare segni a livello del cavo orale come afte e difetti dello smalto. Le afte sono erosioni rotonde della mucosa della bocca molto dolorose soprattutto quando si entra in contatto con cibi e bevande acide. I difetti dello smalto si possono presentare come macchie singole o multiple di colore bianco, marrone o crema, oppure come superfici ruvide. In alcuni casi nei bambini si può avere anche un ritardo nell’eruzione dei denti, dolore e bruciore della lingua con presenza di zone arrossate o biancastre. Tutti questi aspetti si possono riscontrare in soggetti sani e quindi la diagnosi di celiachia deve essere supportata ovviamente da ulteriori indagini cliniche.[Fonte]

Vaccinazione anti-papilloma virus

Facciamo il punto sulle indicazioni alla vaccinazione per la prevenzione del tumore della cervice uterina. I vaccini in commercio sono di due tipi: uno protegge contro i ceppi 16 e 18 del papilloma virus umano ed è di prevenzione oncologica pura, l'altro aggiunge al primo altri due ceppi virali, il 6 e l'11. La cosa importante, in ogni caso, è rivedere quanto il virus è importante nel determinismo della lesione tumorale. Per quanto riguarda il virus Hpv i due ceppi virali Hpv 16 e 18 da soli sono responsabili del 70 per cento di tutte le lesioni precancerose e dei tumori del collo dell'utero. A questo punto si comprendono bene non solo l'utilià della vaccinazione, che è comunque offerta ma non obbligatoria, ed anche la scelta dell'età in cui il vaccino viene proposto dal sistema sanitario alle adolescenti. La vaccinazione può offrire il massimo dei vantaggi quando eseguita nelle giovani prima dell'attività sessuale. Più che soddisfacente il profilo di sicurezza dei vaccini: gli effetti collaterali come febbre, dolore nella sede dell'iniezione ed eritema sono di modica entità. [Fonte eDott]

Letteratura scientifica

Chirurgia orale
Conservativa
Endodonzia
Implantologia
Medicina generale e Odontoiatria
Angioedema ereditario e Odontoiatria - DENTAL CADMOS - 2014/04
Nutraceutica
Ortodonzia
Parodontologia
Prevenzione dentale 
Scienza dei materiali

28 agosto 2014

Dr.ssa Miolato Giulia

Miolato Giulia
Diploma di Liceo Scientifico - "F. Corradini" - Thiene
Laurea Triennale in Scienze Infermieristiche - Università degli Studi di Verona