28 agosto 2018

Rischio radiologico nello Studio Dentistico

Adempimenti
14 mar 2018 - Controllo biennale delle apparecchiature radiologiche dello Studio. Valutazione del Rischio Fisico. Ing. Enrico Stella/EQ
01 mar 2016 - Controllo biennale delle apparecchiature radiologiche dello Studio. Valutazione del Rischio Fisico. Ing. Enrico Stella/EQ
18 feb 2014 - Controllo biennale delle apparecchiature radiologiche dello Studio. Valutazione del Rischio Fisico. Ing. Enrico Stella/EQ
Formazione
07 mar 2018 - Ing. Enrico Stella/EQ - Incontro di formazione per il Personale ASO
19 apr 2017 - Ing. Enrico Stella/EQ - Incontro di formazione per il Personale ASO
14 ott 2016 - Ing. Enrico Stella/EQ - Incontro di formazione per il Personale ASO
29 apr 2015 - Ing. Enrico Stella/EQ - Incontro di formazione per il Personale ASO
16 apr 2014 - Ing. Enrico Stella/EQ - Incontro di formazione per il Personale ASO
Radiologia Implantologica - ARASS/SIRM/AISI
Radiologia odontoiatrica in età evolutiva - Linee Guida Nazionali - 2017
SDB
ISO 9001 - 2.5.15 - Prot07 - Utilizzo e gestione del radiografico
ISO 9001 - 2.5.17 - All62 - Informativa Rx
____________________________________________________________________
Anche basse dosi di raggi durante l’infanzia aumentano il rischio di leucemia 
Analizzando 9 diverse coorti di soggetti esposti a basse dosi di radiazioni ionizzanti (<100 adolescenza="" durante="" infanzia="" l="" msv="" o="" osserva="" si="" span="" style="background-color: yellow;" un="">associazione dose-risposta lineare tra radiazioni e leucemia linfoblastica acuta (LLA) e leucemia mieloide acuta
(LMA, con o senza sindromi mielodisplastiche). Un’esposizione cumulativa a una dose di 100 mSv aumenta di 2-3 volte il rischio di LMA e di oltre 5 volte il rischio di LLA.
Descrizione dello studio 
Lo studio ha aggregato 9 coorti (n= 262.573 partecipanti, arruolati tra il 1915 e il 2004). L’analisi ha riguardato i soggetti esposti a radiazioni ionizzanti prima dei 21 anni per una dose (dose attiva sul midollo osseo) cumulativa È stato applicato il modello di regressione di Poisson per valutare la relazione dose-risposta tra le radiazioni ionizzanti e i tumori ematologici.
Risultati principali 
Tra i partecipanti (follow-up medio 19,6 anni) si sono verificati 221 casi di leucemia, di cui 40 di LLA, e 154 casi di neoplasia mieloide. Il rischio relativo associato all’esposizione a una dose di 100 mSv è 3,09 (IC95% 1,41-5,92; ptrend=0,008) per la LMA e le sindromi mielodisplastiche considerate assieme, 2,56 (1,09-5,06; ptrend=0,033) per la LMA e 5,66 (1,35-19,71; ptrend=0,023) per la LLA. L’eccesso di rischio è particolarmente evidente 2-5 anni dopo l’esposizione alle radiazioni. Per la LMA e le sindromi mielodisplastiche combinate e per la LLA la dose-risposta rimane significativa per dosi L’eccesso di rischio assoluto alla dose di 100 mSv è di 0,1-0,4 morti per 10.000 anni-persona.
Limiti dello studio
La dosimetria non era uniforme tra le coorti analizzate.
Perché è importante 
Mentre è noto che l’esposizione a dosi moderate-alte (>500 mSv) di radiazioni ionizzanti, specialmente durante l’infanzia, aumenta il rischio di leucemia, non è chiaro l’effetto di basse dosi.  Dosi inferiori a 100 mSv, per la LLA persino inferiori a 20 mSv, aumentano in modo significativo il rischio di tumori ematologiciVanno adottate tutte le misure disponibili per ridurre l’esposizione a dosi anche basse di radiazioni ionizzanti
Nel limite del possibile, è opportuno minimizzare l’uso di metodi diagnostici radiologici, specialmente per quanto riguarda i bambini.
Little MP, Wakeford R, et al. Leukaemia and myeloid malignancy among people exposed to low doses. Lancet Haematol 2018; 5: e346–58. doi:10.1016/S2352-3026(18)30092
Fonte UNIVADIS - 28 ago 2018