01 maggio 2017

Bisfosfonati

L’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) ha completato una revisione periodica (PSUSA) di Aclasta (acido zoledronico), uno dei medicinali a base di bifosfonati con un rischio noto di osteonecrosi della mandibola/mascella. L'Agenzia ha concluso che il rischio di osteonecrosi (o morte del tessuto osseo) nella mandibola/mascella rimane molto basso, ma ha raccomandato una serie di misure per ridurre al minimo il rischio, tra cui un aggiornamento delle informazioni del prodotto e l'introduzione di una carta di promemoria per il paziente. L’EMA sta pianificando misure simili per altri bifosfonati per via endovenosa e denosumab, utilizzati per l'osteoporosi o per prevenire le complicanze ossee di tumori, in quanto anche questi sono associati ad un rischio di osteonecrosi della mandibola/mascella. continua

Comunicazione EMA sui medicinali a base di bisfosfonati (13/03/2015)
Linee Guida Nazionali - Prevenzione dell'osteonecrosi della mascella e della mandibola da bisfosfonati
Raccomandazioni clinico-terapeutiche sull’osteonecrosi delle ossa mascellari associata a bisfosfonati e sua prevenzione
Scheda promemoria per il paziente 
SIPMO - Opuscolo informativo per i pazienti a rischio osteonecrosi da farmaci

Non è semplice spiegare ai pazienti il rischio e la prevenzione per l'osteonecrosi delle ossa mascellari; pensiamo ai pazienti che stanno per iniziare o che sono già in terapia con aminobisfosfonati o altri farmaci per la cura delle ossa. E' veramente importante per l'odontoiatra sensibilizzare il paziente alla corretta anamnesi farmacologica, quindi alla comunicazione di tutte le terapie attuali e pregresse; ma, è anche corretto e utile ai fini della prevenzione, avvisare il paziente dell'importanza, prima di iniziare il trattamento farmacologico e durante lo stesso, di farsi visitare dal proprio dentista in modo che possa mettere o mantenere in salute il suo apparato masticatorio. SIPMO ha reso disponibile in questi giorni su YouTube un video in cui viene spiegato al cittadino le dieci cose da sapere sull'osteonecrsi . Uno strumento utile per migliorare l'informazione sul problema e che potrebbe essere condiviso sulle piattaforme social degli studi odontoiatrici italiani o utilizzato in sala d'attesa se lo studio è attrezzato per la visione di video.



Nessun commento:

Posta un commento