Calendar

23 giugno 2019

Decontaminazione, detersione, disinfezione e sterilizzazione nella pratica odontoiatrica

Disinfezione, detersione e sterilizzazione nello studio odontoiatrico. Le procedure “necessarie”
La vicenda del dentista romano che si è rifiutato di visitare un paziente affetto da Hiv motivando di non essere attrezzato, ha riportato d’attualità la questione prevenzione delle infezioni crociate nello studio odontoiatrico. Sul punto la norma è estremamente chiara: lo studio deve adottare tutte le misure necessarie per prevenire il rischio, al di la del paziente che si sta curando. Perché, sembra dire la norma, tutti i pazienti sono potenzialmente portatori di infezioni. Il rischio specifico della sanità è il rischio biologico. I servizi degli studi medici e odontoiatrici di diversa dimensione e organizzazione sono classificati ad Alto rischio. Per questo motivo si devono adottare dispositivi di protezione individuale e si adottano rigorose procedure di sicurezza a tutela degli operatori e dei pazienti e si formano gli operatori sanitari attraverso una formazione specifica da farsi in ottemperanza della Legge sulla Sicurezza sul Lavoro 81/08. L’operatore sanitario indossa guanti a norma 374, indumenti di protezione a norma 14126:2004, mascherine chirurgiche in III categoria, visiere/occhiali a norma 166, proprio per proteggersi da un eventuale contatto accidentale. Inoltre con il D.Lgs 19 febbraio 2014 n.19 si introduce il divieto di reincappucciamento degli aghi e l’eliminazione dei taglienti in sicurezza oltre al fatto che è fatto divieto all’operatore sanitario entrare in contatto con i contaminati biologici privo di DPI. Per quanto riguarda invece i Dispositivi Medici riutilizzabili, (gli strumenti) è dal 2010 che l’ISPESL ha stabilito Linee Guida sull’attività di sterilizzazione quale protezione collettiva da agenti biologici per l’operatore nelle strutture sanitarie. Il richiamo normativo tra le altre norme e leggi, è riferito alla (17665-1/2007) norma di processo, che puntualizza come il processo di sterilizzazione dei dispositivi medici riutilizzabili debba avere una procedura relativa alla decontaminazione, lavaggio, risciacquo, asciugatura, confezionamento, sterilizzazione e stoccaggio. Il processo è eseguibile con termodisinfettori per una maggiore protezione dell’operatore, oppure con la linea tradizionale di immersione e manuale. La Norma (indirettamente cogente) specifica come vada quotidianamente verificata l’efficacia delle attrezzature con appositi test, prima della loro messa in uso ed ad ogni ciclo”.
La sterilizzazione dei dispositivi medici è un processo di supporto, fondamentale per la produzione di servizi odontoiatrici di qualità. La sicurezza dell'ambiente e dei dispositivi medici utilizzati è uno degli indicatori di qualità più importanti per i pazienti. Gli operatori sono direttamente coinvolti nel processo di sterilizzazione e la loro formazione è la chiave per avere un processo di sterilizzazione all'insegna della qualità.  Un processo di sterilizzazione ben organizzato, consente di trasformare tutte le risorse messe a disposizione dallo studio (operatori, tempo materiali e metodi) in un prodotto sterile e sicuro per operatori e pazienti.
Bibliografia
  • ARSS Emilia Romagna. Cure pulite sono cure più sane. 2013 
  • Altea P. Sterilizzazione, un processo dinamico. Il Dentista Moderno 2008;1;10 
  • Balsano L. Sterilizzazione nello studio odontoiatrico. Il Dentista Moderno 2005;4:23 
  • Docenti AIDI. The prevention of infections in dental ambulatory. Prev. Ass. Dent. 2006;1:7 
  • Forum. La sterilizzazione in ambito odontoiatrico. Il Dentista Moderno. 2006;5:44 
  • Guggenheim B. Sistema completo per il lavaggio, la predisinfezione e la sterilizzazione di strumenti odontoiatrici e chirurgici. Prev. Odontostom. 2005;3:4 
  • ISPESL. Linee guida sull'attività di sterilizzazione. 2010 
  • Montagna MT. Rischio biologico in odontoiatria: quali conseguenze. Il Dentista Moderno 2006;8:138 
  • Nardi GM. Decontaminazione e sterilizzazione chimica a freddo con il dispositivo medico Perasafe. Agorà Odontoiatrica 2005;2:26 
  • Nardi GM. L'ambulatorio dentistico come area ad alto rischio infettivo: attualità nella disinfezione ambientale per la prevenzione delle infezioni occupazionali. Agorà Odontoiatrica 2005;1:32 
  • NSK. Pulizia e lubrificazione dei manipoli. Procedure operative 
  • Orrù G. Valutazione dell'attività antimicrobica di un sistema decontaminante a base di perossido d'idrogeno. Il Dentista Moderno 2006;10:6 
  • Pagliani C. La sterilizzazione nello Studio Odontoiatrico. Andi. 2000 
  • Pagnoncelli R. La sterilizzazione in odontoiatria. Il Dentista Moderno 2005;8:67 
  • Regione Lazio. Uso corretto degli antisettici e dei disinfettanti.2004