17 marzo 2021

Siero Day - Analisi sierologica quantitativa per tutto il Personale dello SDB

Test sierologici quantitativi per COVID-19 per verificare e quantificare l'avvenuta immunizzazione del Personale operante nello SDB dopo la vaccinazione Pfizer effettuata a Febbraio 2021.
Ricerca degli Anticorpi IgG
Test 01 - 17 Marzo 2021
Test 02 - Giugno 2021
Test 03 - Settembre 2021
I test sierologici permettono di individuare la presenza di anticorpi al virus SARS CoV-2.
È del 29 aprile la pubblicazione di uno studio che conferma lo sviluppo degli anticorpi in tutti i pazienti che si sono ammalati di COVID-19. Pubblicata sulla prestigiosa rivista Nature Medicine, l’indagine rivela come tutti coloro che hanno contratto il virus SARS-CoV-2 hanno sviluppato delle immunoglobuline che possono proteggere da una seconda infezione. 
I tipi di test: qualitativi e quantitativi
Esistono tre tipologie di test sierologici: qualitativi, semi-quantitativi, quantitativi.
La sostanziale differenza sta nella metodologia di analisi: nei test qualitativi si stabilisce solo se una persona ha sviluppato o meno degli anticorpi, secondo una logica positivo/negativo; nei test quantitativi vengono dosate le quantità di anticorpi.
Anche la modalità con cui si effettuano cambia: i test qualitativi sono test rapidi, in cui è sufficiente una goccia di sangue, che viene esaminata in un kit portatile e si ottiene riscontro immediato, esattamente come avviene nel caso del test autodiagnostico di gravidanza che rileva l'ormone hCG nell'urina. I test sierologici quantitativi, invece, richiedono un prelievo di sangue e uno specifico analizzatore in dotazione alle strutture sanitarie.
Affidabilità dei test sierologici
I test quantitativi, che hanno un elevato grado di affidabilità e accuratezza, utilizzano sistemi di rilevazione con chemiluminescenza (CLIA) oppure sistemi immunoenzimatici (ELISA). A oggi sono diversi i test sierologici quantitativi che hanno ottenuto l’EUA (Emergency use authorization) dalla Food and Drug Administration americana e possono essere utilizzati in tutto il mondo.
La misurazione degli anticorpi IgM e IgG.
A prescindere dalla modalità di rilevazione, i test sierologici vanno a indagare la presenza degli anticorpi del virus SARS-CoV-2 nel sangue. Esistono cinque tipologie di anticorpi prodotti dal sistema immunitario (IgM – IgG – IgA – IgD – IgE), ma nelle diverse fasi dell’infezione virale le più considerate sono: IgM: prodotti nella fase iniziale, solitamente appaiono al 4°-6° giorno dalla comparsa dei sintomi della malattia e, dopo qualche settimana, scompaiono; IgG: prodotti più tardi (9°-12° giorno), rimangono all’interno dell’organismo per periodo più lungo. Sono gli anticorpi IgG a essere indicativi dell’immunità.
Immunità da coronavirus: quanto dura?
Ciò che è certo è che non stiamo parlando di una malattia che garantisce l’immunità per tutta la vita. Non succede come quando si contrae il morbillo o la rosolia, ovvero la certezza che la malattia non tornerà più o che un vaccino salverà per sempre dall’infezione.
Test sierologici e tampone a confronto
Individuare gli anticorpi tramite test sierologici è molto utile a livello epidemiologico, ma non sappiamo la durata della protezione immunologica e non otteniamo un indice di contagiosità.

Nessun commento:

Posta un commento