19 dicembre 2017

Pedodonzia - Odontoiatria Pediatrica

LINEE GUIDA
[...] E’ consigliabile che la prima visita odontoiatrica venga fatta verso i 18/24 mesi indipendentemente dalla presenza o meno di problematiche dentali
E’ consigliabile che l’ambiente operativo sia “a misura di bambino”, non ansiogeno e tranquillizzante.
La prevalenza della carie nella popolazione infantile italiana ci porta a considerare l’intera popolazione come potenzialmente a rischio di carie e, pertanto, bisognosa di interventi preventivi.
La costante presenza di adeguate concentrazioni di fluoro nel cavo orale riduce significativamente il rischio di carie. La fluoroprofilassi, intesa come prevenzione della carie attraverso l’utilizzo del fluoro, rappresenta la pietra miliare della prevenzione della carie ed è necessaria in tutti gli individui. A oggi, l’effetto preventivo post-eruttivo del fluoro, ottenuto attraverso la via di somministrazione topica (quella cioè che viene effettuata in studio a livello professionale e quella effettuata a casa con l’utilizzo di dentifrici specifici), è considerato più efficace rispetto a quello pre-eruttivo, ottenuto attraverso la via di somministrazione sistemica.
La sigillatura dei solchi e delle fossette della superficie occlusale degli elementi dentari è una metodica di prevenzione della carie conosciuta ed applicata in tutto il mondo ormai da molti decenni. Il 74% dei solchi dei molari permanenti trattati con questa metodica preventiva si mantiene sano a distanza di circa 15 anni. La sigillatura è particolarmente indicata per i primi molari permanenti.
Prevenzione dell’early childhood caries (si tratta di una condizione di “malattia” in cui lo smalto dei denti viene a risultare debole e sottile, per cui si sviluppa velocemente la carie su molti denti nella stessa bocca). La prevenzione domiciliare comprende: 
  • controllo della trasmissione dello Streptococcus mutans tra madre e figlio evitando ad es. la condivisione delle stesse posate
  • non utilizzo del succhiotto edulcorato e del biberon contenente bevande zuccherine. Può risultare utile suggerire al genitore di continuare, almeno per un certo periodo di tempo, l’utilizzo del biberon nelle ore notturne, se di aiuto al sonno, ma solo se contiene acqua
  • utilizzo di presidi di igiene orale domiciliare a far data dall’eruzione del primo dente deciduo; prima di quest’epoca è buona norma detergere il cavo orale del bambino con una garza inumidita dopo ogni assunzione di cibo, bevande o farmaci edulcorati. [...]  [Fonte]
Raccomandazioni Cliniche in Odontoiatria Pediatrica - VIDEO DIDATTICO

Nessun commento:

Posta un commento