23 luglio 2012

Invito alla musica

Parigino di origini ungheresi (il padre, Simon, è stato un notevole pittore astrattista), Pierre Hantaï si è innamorato di Bach quando aveva 11 anni e da allora non l'ha mai più abbandonato. Il suo grande mentore è stato Gustav Leonhardt, che ha fatto di lui uno dei maggiori clavicembalisti dei nostri giorni. Collabora spesso con complessi barocchi, ma ciò che ama di più è portare in giro per il mondo il suo Bach “essenziale”, per clavicembalo

Pierre HANTAÏ

clavicembalo

Società del Quartetto di Vicenza